Da profilo personale a pagina aziendale su Facebook

Quali sono le differenze tra un profilo personale ed una pagina Facebook? Perchè non si può utilizzare il profilo personale per fare pubblicità? Ci sono dei rischi?

Iniziamo definendo i ruoli dell’uno e dell’altra.

Come ho spiegato in questo articolo, il profilo personale è uno spazio privato, in cui condividere contenuti con amici e conoscenti. Facebook ha creato tali account per permettere agli utenti di socializzare, comunicare ed intrattenersi.

Invece, la pagina è uno spazio business, attraverso il quale promuovere qualsiasi tipologia di impresa, dalla grande azienda alle piccole attività locali.

In sostanza, il profilo è personale, mentre la pagina è aziendale. Considerando questi aspetti fondamentali, dovremmo fin da subito capire come comportarci su Facebook. Ma non è così.

Perchè tantissime persone utilizzano il profilo per sponsorizzare il proprio business?

La risposta è più semplice del previsto: il profilo personale garantisce più visibilità, permette di poter inviare richieste di amicizia pressoché a chiunque e di interagire con le proprie connessioni, non solo rispondendo ai messaggi dei seguaci, ma avviando delle conversazioni.

Questo tipo di ragionamento è plausibile: qualsiasi libero professionista, attività o azienda vorrebbe avere la maggiore visibilità possibile su Facebook, in quanto crede che maggiore visibilità significhi maggiori risultati, quindi maggiori vendite.

È davvero così? Possiamo davvero basare una strategia di marketing sulla visibilità?

Se la tua risposta è si, allora sei stato tratto in inganno!

Lo scopo della tua presenza su Facebook non è certo essere visibile: è fare business! No?

In che modo? Mostrando il tuo prodotto o servizio alle persone giuste per fare in modo che diventino clienti. È meglio essere notato da 5000 utenti, o farsi conoscere da 500 persone interessate e attente a ciò che stai proponendo?

Ci sono dei rischi?

Il primo rischio è diventare letteralmente invadente, addirittura spammer, ottenendo l’effetto opposto. Molti dei tuoi amici potrebbero non gradire un continuo promuoverti o promuovere la tua attività.

Inoltre, fare business con un profilo personale viola la dichiarazione dei diritti di responsabilità di Facebook. Continuando ad utilizzare il tuo profilo per rappresentare la tua attività, rischi di perdere per sempre l’accesso all’account e al suo contenuto. Facebook potrebbe decidere di chiudere il tuo profilo da un momento all’altro, facendoti perdere contatti e pubblicazioni in un colpo solo.

Una pagina aziendale Facebook:

  • è legale per promuovere il tuo business;
  • descrive ed identifica nel migliore dei modi la tua attività;
  • non ha limiti di followers (il profilo si ferma a 5000 contatti);
  • permette di ricevere recensioni da parte dei clienti, puoi dare un’occhiata alle nostre;
  • consente di promuovere i prodotti e le iniziative attraverso campagne pubblicitarie;
  • è dotata di tutti gli strumenti di analisi (insights) per monitorare la tua attività;

Se il tuo intento è fare business su Facebook, la tua unica possibilità è creare una pagina.

Altrimenti, se già ti stai promuovendo con un profilo, nelle righe seguenti ti spiego come e perché dovresti creare una pagina basata sul tuo profilo.

Migrare da profilo personale a pagina aziendale

La prima domanda spontanea è: una volta avviata la procedura, perderò il mio profilo personale?

A differenza di qualche anno fa, avviare la procedura non significa trasformare il profilo personale in una pagina. Il profilo personale, infatti, non viene più convertito, ma resta assolutamente attivo ed utilizzabile.

Questo procedimento, infatti, non è più denominato “trasformazione”, ma “migrazione” dei dati. In sostanza, coesisteranno il profilo personale e la nuova pagina.

 

Puoi avviare la procedura per creare una pagina basata sul tuo profilo, cliccando il link:

https://www.facebook.com/pages/create/migrate

La procedura guidata di Facebook è composta da tre passaggi principali:

  • la modifica e l’aggiornamento delle impostazioni;
  • la scelta degli amici da tramutare in fan;
  • la copia delle foto e degli album fotografici;

Una volta iniziata la procedura guidata e creata la suddetta pagina, avrai a disposizione 14 giorni per effettuare il trasferimento dei contenuti e delle risorse presenti nel profilo, come ad esempio gli album fotografici. Allo scadere del tempo, non potrai più nulla, se non continuare ad utilizzare entrambi.

In questo modo, il non eliminare il profilo personale abbassa notevolmente il rischio di perdere il controllo di altre pagine, account pubblicitari o gruppi collegati ad esso.

Gli amici del profilo personale diventano automaticamente fan?

La vecchia procedura trasformava in automatico gli amici in fan della pagina. Adesso, Facebook ha rimosso questa possibilità, per tutelare i propri utenti. Nella nuova prassi, gli amici rimangono all’interno del profilo personale. Puoi convertirli in fan, a piccoli gruppi ogni giorno, in quanto è Facebook stesso a decidere quando e quanti utenti “sbloccare” .

Il mio consiglio è di incominciare con pochi fan, per testare la capacità di Facebook e non incorrere in bug. Allo stesso modo, nei giorni seguenti, migra soltanto quegli amici, che siano già tuoi clienti o che possano realmente diventarlo. Ricorda: hai aperto una pagina per fare business!

Tutto il resto è noia!

Una volta tramutati in fan, gli amici ricevono una semplice notifica, che comunica loro di essere diventati fan della nuova pagina. Al click sulla stessa, potranno scegliere se rimanere o rimuovere il like.

Si possono spostare gli album fotografici?

Assolutamente sì! Puoi selezionare gli album da copiare durante la procedura guidata di creazione della nuova pagina.

Se volessi annullare il processo? È possibile?

Sì, il processo è annullabile, ma… soltanto con l’eliminazione della pagina appena creata.

Ricorda: una volta bloccato tutto, non potrai mai più creare una pagina basata sul tuo profilo, ma soltanto crearla ex novo. Hai a disposizione soltanto un tentativo!

Attenzione ai punti critici!

Per quanto riguarda i post pubblicati sul profilo, essi non possono essere copiati nella nuova pagina. L’unico modo è ricrearli da zero nella nuova pagina, magari retrodatandoli tramite l’apposita opzione.

Per quanto concerne il cambio del nome della pagina: non farlo mai in fase di migrazione! Ti verrà tolta la possibilità di trasformare gli amici in fan. Il mio consiglio è di effettuarlo dopo lo scadere dei 14 giorni.

Per concludere…

Una volta creata la tua nuova pagina, da’ un’occhiata a questo articolo, in cui spiego come ottimizzare una pagina aziendale Facebook.

Questa procedura permette di smembrare i profili utilizzati in maniera errata, spostando l’attenzione degli utenti realmente interessati alla tua attività nel posto giusto, cioè la pagina aziendale, mantenendo in ogni caso il tuo profilo personale e evitando di perdere i dati o la gestione di altre risorse.