Per capire davvero come dare visibiltà al tuo sito web o e-commerce è necessario chiarire prima di ogni cosa come viene utilizzato internet dagli utenti.
Ad oggi gli strumenti più utilizzati per accedere alla rete sono sicuramente i “dispositivi mobile”, ovvero gli smartphone ed i tablet (82% Android e 14% IOS), a seguire, ma di certo non secondi per importanza, ci sono i computer (Desktop, Laptop e Netbook).
In coda, ma a mio avviso in netta ascesa, abbiamo le TV con accesso ad internet, ovvero le cosiddette Smart TV che permettono di usufruire in modo estremamente semplice dei contenuti video e audio del web, tramite canali come Facebook, YouTube, Netflix, e molti altri…

Una considerazione importante da fare è che attualmente in Italia, la normale TV, per capirci quella dei semplici programmi televisivi, resta ancora in generale il dispositivo più utilizzato per usufruire di contenuti video. Tuttavia è fondamentale considerare che è radicalmente cambiato il modo con cui gli utenti usufruiscono della stessa. In tal senso risulta che il 60% del pubblico televisivo italiano è on-line con un dispositivo mentre guarda la TV e che il 19% di questi fruiscono di contenuti on-line inerenti i programmi televisivi che stanno guardando.

Come possiamo, già da queste prime informazioni, definire come dovremmo presentarci sul web con i nostri prodotti o servizi?

La risposta non può essere generalizzata per tutte le situazioni, ma di certo, nel caso in cui siate presenti on-line con un sito web, o un e-commerce possiamo già utilizzare alcuni accorgimenti estremamente efficaci.

1 – Interfaccia responsive.

Il responsive rappresenta una struttura grafica che si adatta al dispositivo, che esso sia uno smartphone, un tablet, un computer o una televisione. Con un sito responsive i contenuti risulteranno efficacemente fruibili sia dallo schermo di un telefonino, per mezzo del tap di un dito, come anche da un computer, dove avremo un’area più vasta per esporre più contenuti contemporaneamente.
Preciso che la visualizzazione di un sito su di uno smartphone dovrebbe garantire nel limite del possibile un’accesso immediato ai contenuti desiderati dall’utente, mentre per chi visita il sito da computer avrete la possibilità di presentare contemporaneamente più contenuti di interesse verticale insieme a quello primario, pur sempre mantenendo l’ordine di presentazione più appropriato.

2 – Velocità di caricamento delle pagine.

Molto spesso gli utenti utilizzano internet dagli smartphone nei ritagli di tempo o addirittura mentre stanno facendo qualcos’altro: questo comporta una navigazione distratta e frammentata.
A questo aggiungiamo anche la scarsa velocità delle connessioni mobile che non sempre sono disponibili in 4G, specialmente fuori dai grandi centri abitati.
La velocità di caricamento delle pagine del vostro sito è in generale, e ancor di più in questi casi, un fattore determinante per garantire la fruibilità dei vostri contenuti. Basta un ritardo di un paio di secondi nel caricamento di un contenuto perchè l’utente lasci la pagina.

Per misurare la velocità di caricamento delle vostre pagine potete utilizzare “PageSpeed Insights” di Google a questo link: https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/

Per velocizzare le vostre pagine potresete utilizzare una delle seguenti soluzioni:
1 – Pagine in semplice html5/javascript (Guida all’HTML5)
2 – Utilizzo di un Cache Proxy (Specifiche di un Cache Proxy, Servizio di Web Cache Proxy di Seeweb)
3 – Utilizzo di Accelerated Mobile Pages (AMP) (Progetto AMP)
4 – Utilizzo del Caching su Web Server (Apache JCS)

3 – Accessibilità ai contenuti.

Dire che è necessario rendere i contenuti del vostro sito il più possibile accessibili, sembra da subito ovvio e banale, ma non sempre è così. Quando parliamo di “esperienza di navigazione dell’utente” intendiamo sempre un processo che inizia con l’accesso al nostro sito da un determinato dispositivo, proprio per questo in alcuni casi il modo con cui presenteremo i nostri contenuti potrà variare a seconda del dispositivo usato.
Prendiamo come esempio il sito di un noto marchio di scarpe che vuole pubblicizzare la sua nuova collezione autunno/inverno. Il sito nella sua versione “desktop” potrà presentare da subito in prima pagina una grande slide, a tutta larghezza o addirittura full screen con un video o una serie di immagini per pubblicizzare la nuova collezione. In alto naturalmemte sarà presente il menù principale dal quale si potrà accedere alle pagine dei prodotti, ai contatti e alla sezione “negozi” dove poter trovare i punti vendita più vicini a te.
Diversamente nella versione mobile, anzichè dedicare tutta la prima scheramata della homepage a pubblicizzare la nuova collezione, si potrebbe dividere l’area disponibile in due sezioni: la prima partendo dall’alto servirà sempre a pubblicizzare la nuova collezione, la seconda invece potrebbe essere dedicata alla sezione “negozi”, questo perchè chi arriva sul sito da mobile potrebbe essere proprio in cerca di un punto vendita per vedere le scarpe dal vivo, misurarle ed acquistarle.
Allo stesso modo, citando velocemente un’altro esempio, il sito di un idraulico potrebbe, nella versione “desktop”, mettere in risalto la qualità e la convenienza dei servizi forniti, mentre nella versione “mobile” per smartphone, prediligere la visualizzazione immediata di una sezione contatti, con dei tasti per far chiamare subito gli utenti dal telefono o per avere un feedback immediato con Messenger o WhatsApp.

Insomma… se avete un sito web o un e-commerce è arrivato il momento di mettersi nei panni degli utenti e fare un controllo per scoprire se è navigabile e se tutti i vostri contenuti di riferimento sono raggiungibili il più velocemente possibile sia su smartphone che su tablet o pc.

Buon lavoro!