Web Marketing e Canali di Comunicazione

Stai immettendo la tua attività nel digitale, ma non sai da dove cominciare?

Non sai quale sia il canale più adatto da integrare nel tuo nuovo progetto? La tua strategia di web marketing è attiva, ma non riesci a raggiungere i risultati sperati? Ti avviso: sei nel posto giusto e, con molta probabilità, avrai risolto il tuo problema alla fine di questo prezioso articolo.

Molto spesso, lo sbaglio sta nel non saper riconoscere quali siano i canali di comunicazione più adatti al tipo di brand, attività o azienda in questione. Decidere quali saranno tali canali è un passaggio molto importante, sebbene non sia il primo passo da compiere.

Quando parliamo di canali di comunicazione, facciamo riferimento a:

  • Google (Motore di Ricerca)
  • Facebook (Social Network)
  • YouTube (Motore di Ricerca Video)
  • Instagram (Social Network)
  • Twitter (Social Network)
  • Linkedin (Social Network)
  • WhatsApp (Sistema di Messaggistica)

Naturalmente, tali canali sono i più diffusi ed utilizzati; per praticità, ne abbiamo omessi molti altri, che hanno un bacino di utenza inferiore.

Molte strategie di web marketing vengono attivate immediatamente, includendo tutti i canali di comunicazione, senza definire nè obiettivi, nè budget.

In realtà, ogni ottima strategia di web marketing, dovrebbe incominciare con:

  • una buona analisi dell’attuale contesto, in cui andrai ad operare
  • la disposizione di priorità ed obiettivi da raggiungere

Cosa porre come obiettivo della strategia di web marketing?

Far conoscere e rafforzare il brand, promuovere un prodotto, un corso o un evento, la vendita di beni o servizi… Molti sono gli obiettivi da poter considerare: l’importante è focalizzarsi bene sulla situazione e scegliere il percorso giusto.

Una volta definito l’obiettivo da raggiungere, sarà più semplice organizzare la strategia di web marketing in relazione ad esso e scegliere i canali di comunicazione più adatti alle tue esigenze.

Come scegliere i canali di comunicazione più adatti?

Vediamo insieme i principali fattori da considerare per definire i canali di comunicazione più adatti al tuo business. Per aiutarti e facilitare questa “impresa”, ti pongo qualche domanda.

  • Quanto tempo sarà necessario affinchè la tua strategia sforni i suoi primi risultati?

In realtà, dipende dalla possibilità di intercettare subito i tuoi potenziali clienti. Attraverso Google, è possibile proporsi a seguito di una domanda specifica dell’utente. Ad esempio, un venditore di macchine fotografiche potrà essere trovato dagli utenti, che effettuano ricerche su macchine fotografiche. In questo caso, in termini di tempo, ciò che fa la differenza è che il venditore possa essere trovato nei risultati organici di Google, a seguito di un lavoro di ottimizzazione SEO, che può durare settimane o mesi, oppure tramite delle campagne Pay Per Click AdWords, che permettono di posizionare il sito istantaneamente. La stessa situazione si verifica su Facebook, dove, nonostante la domanda degli utenti intercettata sia diversa, allo stesso modo le campagne Pay Per Click possono velocizzare e amplificare il processo di diffusione delle tue offerte o della tua immagine.

  • Qual è il tipo di target a cui vuoi rivolgerti? La domanda è latente o consapevole?

Scegliere il target di riferimento è fondamentale per qualsiasi tipo di campagna pubblicitaria: da questa scelta, può dipendere la sua intera riuscita. Dal tipo di target, dipende anche la scelta del canale di comunicazione: alcuni di questi come Facebook rispondono ad una domanda latente (il pubblico di riferimento non è esplicitamente interessato al prodotto/servizio, ma potrebbe esserlo); canali di comunicazione come Google rispondono invece ad una domanda consapevole (il pubblico è letteralmente alla ricerca del tipo di prodotto/servizio proposto).

  • Quale prodotto/servizio vuoi promuovere?

Vuoi vendere il prodotto/servizio sul Web o nel tuo negozio? È un prodotto/servizio B2B o B2C? Si tratta di eventi o corsi, rivolti ad un certo tipo specifico di pubblico? In questa analisi, può venirti incontro il punto precedente: sapendo a chi rivolgerti, sarà più semplice trasmettere il reale valore dei tuoi prodotti/servizi. Inoltre per chi vendere un ampio catalogo di prodotti per mezzo di un eCommerce è fondamentale individuare quelli sui quali investire in campagne pubblicitarie, in base alla vendibilità ed al margine di guadagno.

  • Qual è il mercato di riferimento?

Qual è il comportamento delle persone rispetto al tipo di prodotto/servizio proposto? Quale tipo di approccio è il migliore? Chi sono i tuoi competitor e cosa offrono? Un ricerca di mercato è un ottimo metodo per verificare quali strumenti potrebbero essere più proficui rispetto ad altri.

  • Quanto budget hai a disposizione?

Tutti i canali del web possono essere usati efficacemente a prescindere dal budget. Avere un budget limitato non significa sempre che non sia possibile promuoversi on-line con Google o con Facebook, anzi a volte rappresenta un deterrente ad un inutile sperpero di tempo e denaro. L’importante se non si è già presenti sul web con un’immagine forte e definita è affrontare la realizzazione di contenuti e l’avvio di campagne pubblicitarie in modo progressivo e concentrando le proprie risorse inizialmente solo sui mercati che recepiscono meglio le vostre offerte. Quando sarà evidente che queste prime campagne di web marketing avranno generato un ritorno sull’investimento consistente, allora sarà possibile aumentare l’investimento fino a saturare il mercato.

Attraverso questa piccola linea guida, verrai orientato alla scelta dei canali di comunicazione più adatti alla tua situazione.

Scelta dei canali di comunicazione: come distinguerli?

A questo punto, una volta effettuata una buona analisi del contesto, disposti gli obiettivi da raggiungere e identificati target e tempistiche, finalmente ci occupiamo della scelta dei canali di comunicazione. Innanzitutto, distinguiamo i canali di comunicazione in:

  • di proprietà o controllati da brand/attività/azienda (sito web, blog, app, social networks);
  • acquistati (pay-per-click, pubblicità online, acquisto di keyword);
  • guadagnati (referenze, comunicazioni spontanee, passaparola, feedback positivi).

Un’ottima strategia di web marketing si fonda sul bilanciamento di questi tre canali di comunicazione: la debolezza di uno di questi potrebbe destabilizzare l’intero piano, compromettendo il raggiungimento degli obiettivi.

Quali sono i canali di comunicazione più efficienti?

Qual è il canale più giusto? Quello che genera maggiori risultati. A questo punto, come trovare quello più adatto? Questa di seguito è la lista che ho preparato per te.

  • Sito Web

È il primo strumento di comunicazione web: uno spazio completamente personalizzabile, il biglietto da visita online della tua attività. Non è importante soltanto che sia esteticamente bello, accattivante e che mostri alla perfezione i tuoi prodotti/servizi, bensì è fondamentale che sia ideato e realizzato da un Web Designer, in grado di renderlo funzionale, in relazione al raggiungimento dei tuoi obiettivi, posizionandolo nei motori di ricerca, e, ultimo, ma non meno importante, perfettamente corrispondente alle tue esigenze. Per questo, ci siamo qui noi! 😉

  • Blog

Nel 2015, Content e Article Marketing sono stati definiti come i più potenti strumenti business. Un blog curato, facendo attenzione al lato SEO, ricco di contenuti di qualità e di articoli ben scritti, sfruttando le ottime capacità di un copywriter, è in grado di attirare nuovi clienti. Rappresenta di gran lunga il fulcro di ogni attività aziendale online.

  • DEM Direct E-mail Marketing

Campagne DEM, comunemente chiamate newsletter”, sono attività organizzate in modo specifico e programmato. L’unico presupposto di questo tipo di comunicazione è aver raccolto indirizzi e-mail spontaneamente dai propri “seguaci”, a cui inviare e-mail periodiche, informandoli sulle ultime novità.

  • SEM Search Engine Marketing e PPC Pay Per Click

Utilizzando Campagne Pubblicitarie a pagamento, come il Pay Per Click, all’interno del proprio piano di comunicazione, potresti ottenere migliori (e più veloci!) riscontri, a fronte, però, di un determinato budget da mettere a disposizione. Google AdWords è uno dei migliori strumenti.

  • Social Media Marketing

È il tipo di comunicazione, a cui non si può più rinunciare. Una strategia per Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn… È fondamentale per il rafforzamento ed il posizionamento del brand, aiuta ad aumentare l’engagement ed a veicolare il traffico su Sito Web e Blog, aumentando visite e possibili conversioni.

Oltre questi principali, esistono altri canali di comunicazione secondari, ma altrettanto importanti. Vediamoli subito.

  • Referral

Molto di più di un passaparola positivo: si tratta di referenza, di clienti soddisfatti, che promuovono l’attività al tuo posto. È una strategia, che richiede organizzazione e prevede degli input, volti ad incitare questo tipo di comunicazione.

  • Advertising tradizionale

La pubblicità offline non è morta, come tanti ritengono. Il materiale cartaceo aiuta per il brand awareness ed è utile per acchiappare quel frammento di target non raggiungibile online.

  • Eventi online

Organizzare eventi in località strategiche è essenziale per ogni tipo di attività. Hai mai pensato di organizzare eventi online, invece? Webinar, podcasts, video-dirette nei Social Network, specialmente su Facebook, workshop, contest… E chi più ne ha, più ne metta. Il vantaggio è enorme, soprattutto per quanto riguarda la reputazione online, per non parlare del molto più elevato ROI (ritorno sull’investimento).

Questi canali di comunicazione, oltre che utili per la lead generation, cioè la generazione di contatti, sono ancora poco o per niente conosciuti dalle attività. Non dimentichiamo che gran parte del nostro futuro è online ed è solo includendo questi strumenti, che ogni attività potrà restare competitiva nel mercato.

Come dare la giusta priorità ai canali di comunicazione?

Ogni canale di comunicazione è a sé, ha delle regole e offre dei vantaggi: il segreto sta nel canalizzare la tua energia su quei canali, in cui sarai in grado di offrire il maggior impatto sugli utenti. Dovrai rivoltare da cima a fondo questi strumenti, riuscendo a capire dove focalizzarti.

Quali sono gli errori da non commettere?

Evita di costruire la tua reputazione online, sfruttando tutti i canali di comunicazione a disposizione: analizza a dovere la situazione e, in base a budget ed obiettivi, stila la lista di canali adatti a te ed alle tue esigenze.

Evita di costruire la tua intera attività soltanto sugli spazi concessi dai social networks. Ricorda: il sito web è il centro della tua presenza online, è di fondamentale importanza per la tua attività.

Per concludere…

A prescindere dal tuo piccolo, medio o grande business, tutto ciò che comunichi online è la rappresentazione del tuo brand. Inoltre, sfruttare tutti i canali di comunicazione è superfluo, anzi… Direi controproducente. Concentra i tuoi sforzi lì dove sei sicuro di trovare il tuo target! I risultati non tarderanno ad arrivare.